contrazioni di braxton hicks

Nell’arco dei nove mesi necessari per portare a termine la gravidanza, moltissime sono le ansie e paure che assalgono la futura mamma; tra queste, uno degli argomenti  che genera sicuramente più ansia è quello relativo alle contrazioni. Soprattutto le donne alla prima gravidanza infatti, si domandano spesso se sapranno riconoscere le contrazioni giuste e se saranno in grado di distinguerle dalle famose contrazioni di Braxton Hicks.

Cosa sono le contrazioni di Braxton Hicks?

Sono delle contrazioni muscolari involontarie che coinvolgono l’utero e possono fare la loro comparsa  dal quinto mese di gravidanza in poi. Queste, possono essere provocate da vari fattori come:

  • uno sforzo eccessivo
  • una scarsa idratazione del corpo
  • vescica troppo piena

A differenza delle vere contrazioni, queste, si arrestano rapidamente se si  risponde prontamente all’esigenza fisica; inoltre si presentano in modo totalmente diverso.

Le vere contrazioni infatti:

  • partono dalla parte bassa della schiena e si irradiano ai fianchi;
  • sono dolorose e ritmiche;
  • tendono ad aumentare di intensità anche se ci si stende.

Le contrazioni di Braxton Hicks invece:

  • provocano un’indurimento esclusivamente a carico dell’utero
  • non sono dolorose
  • non aumentano né di frequenza né di intensità
  • tendono a placarsi quando la donna si sdraia.

Verso la fine della gravidanza, le contrazioni di Braxton hicks, oltre a favorire l’irrorazione dei vasi sanguigni, rappresentano un vero e  proprio allenamento dell’utero, che si prepara ad affrontare al meglio, il faticoso momento del parto.

Il consiglio in più…

Se non avvertite dolore, ma le contrazioni non accennano a calmarsi in tempi ragionevoli, oppure se compaiono molto frequentemente, è consigliabile consultare il ginecologo per un’accurata valutazione del caso.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne sono felice, segui la pagina ufficiale di Gioie di Mamma su Facebook e non perderti le prossime news. Ti aspetto!

 

Commenti