child-652552__180

Pianti, urla e scenate se queste parole non vi suonano strane vuol dire che i vostri bambini sono nella fase dei capricci, eh sì, bambini e capricci sono due parole che da sempre viaggiano insieme e questo problema prima o poi tocca a tutti i genitori, vediamo allora come gestire i capricci dei nostri bimbi.

Per prima cosa è bene mettere in chiaro che il nostro bimbo non fa sempre i capricci ogni volta che piange, per esempio prima dell’anno, quando piange, vuole semplicemente comunicare con noi quindi è bene assecondarlo e cercare di capire i suoi bisogni. I veri capricci, proprio quelli intesi come protesta, si manifestano verso i due anni quando il bambino è in piena fase di indipendenza e incomincia a fare il piccolo ribelle, questo però è un percorso inevitabile della sua crescita, quindi armiamoci di pazienza e vediamo come fare.

Quando il nostro bimbo inizia a fare i capricci dobbiamo innanzitutto, noi genitori, cercare di mantenere la calma e non urlare, lo sò non è facile però è l’unico modo che funziona, se il bimbo ci vede agitati non la smetterà di certo. Poi è importante abbassarsi al suo livello, proprio fisicamente e cercare il suo sguardo magari tenendolo per le mani e parlandogli. Anche noi non stiamo a impuntarci coi “no” e i “non si fa”, ma cerchiamo di spiegargli le cose, nel caso in cui, però, fosse veramente agitato lasciamolo prima sbollire senza fare nulla e ignorandolo senza dargli peso.
Ovviamente questo è più semplice farlo quando si è in casa, fuori è più difficile anche perché so’ benissimo anche io quanto sia imbarazzante lasciarlo urlare per esempio al parco giochi con tutta la gente che ti osserva, in quei casi bisogna cercare di distrarlo con altre attività, se per esempio fa i capricci perché vuole un gioco o andare in un determinato posto provate a proporgli un altra cosa divertente o un alternativa adeguata, vedrete che nel giro di poco cambierà idea, con i miei bimbi funziona sempre 😉

Questi sono dei piccoli consigli per quando è in atto un capriccio, la soluzione ideale però, sarebbe proprio quella di risolvere la cosa a monte, quindi cercate di prevenire ed evitare che il capriccio inizi, questo infatti sta’ a noi genitori, dato che conosciamo bene i nostri bimbi e quando potrebbero fare i capricci, è meglio prepararli prima, tipo se si va a fare la spesa al supermercato bisognerà mettere in chiaro le regole tipo “non si corre”, “niente giochini extra” e cose cosi, vedrete che i capricci andranno sempre a diminuire finché il bambino sarà grande e inizierà a capire da solo che alcune cose non si fanno.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne sono felice, segui la pagina ufficiale di Gioie di Mamma su Facebook e non perderti le prossime news. Ti aspetto!

 

Commenti