Buchi alle orecchie alle bambineBuchi alle orecchie alle bambine: quando e come si fanno?

Molte mamme decidono di forare le orecchie alle bimbe quando ancora sono delle neonate. Sono convinte, infatti, che in questa tenera età le piccole non sentono alcun dolore (mi chiedo allora perché piangono a dirotto!). In alcuni paesi è proprio una tradizione!

Personalmente non condivido questo pensiero e tanto meno la tradizione,  ma non giudico chi lo fa.

Buchi alle orecchie: perché non farli alle bambine piccole?

Perché credo sia una scelta che ciascuna di noi dovrebbe prendere in totale autonomia. I buchi alle orecchie, una volta fatti, restano per tutta la vita, non si torna indietro. Credo quindi sia giusto lasciare alle piccole la facoltà di scegliere quando farli.

Se la bambina è troppo piccola inoltre, potrebbe toccarsi gli orecchini con le mani sporche, favorendo così l’insorgere d’infezioni.

A prescindere dall’epoca in cui deciderete (o deciderà) di mettere gli orecchini, tuttavia, è bene prestare la massima attenzione a chi ci si rivolge.

Se dovete fare i buchi alle orecchie ad una neonata, il mio consiglio è quello di rivolgervi presso una farmacia; per le bimbe più grandi, invece, va bene anche una comune oreficeria.

Buchi alle orecchie bambine:come si fanno

L’orefice o il farmacista dovrà disinfettare accuratamente i lobi delle orecchie, poi con un pennarello segnerà i punti in cui dovranno essere inseriti gli orecchini (a volte applicano una crema leggermente anestetica per attenuare il fastidio conseguente al buco.

A questo punto prenderà una piccola pistola da orefice e, mirando nel punto precedentemente segnato con il pennarello, procederà con l’inserimento degli orecchini nei lobi, prima uno e poi l’altro.

Subito dopo la procedura è bene disinfettare di nuovo i lobi e soffiare per un paio di minuti sull’orecchio per lenire il bruciore iniziale. Alcune farmacie, soprattutto quando si tratta di neonate, preferiscono inserire gli orecchini contemporaneamente ma anche in questo caso, si tratta di una scelta individuale.

Buchi alle orecchie delle bambine: quanto costano?

I prezzi variano da zona a zona. In via del tutto generale però, sembra che le farmacie applichino un prezzo più alto rispetto alle oreficerie. Se dall’orefice costa circa 10 euro per entrambi i buchi, la farmacia chiede 18/20 euro.

I primi orecchini

I primi orecchini sono anche detti “orecchini da primo buco” e sono facilmente riconoscibili perché hanno tutti la stessa forma a bottoncino. Possono essere lisci o decorati con una pietra colorata incastonata all’interno e sono disponibili in varie misure.

La cosa davvero importante è che sono realizzati interamente in acciaio chirurgico. Un materiale anallergico, ottimo per scongiurare il rischio di  reazioni avverse.

Nella settimana seguente, ricordate di disinfettare la zona con acqua ossigenata, almeno due volte al giorno. So che alcuni orefici consigliano di non girare più gli orecchini, la mia mi ha detto di fargli fare un solo giro  a partire dal 3 giorno dopo il buco e, seguendo le sue indicazioni, non ho avuto problemi.  Se la bambina ha i capelli lunghi, cercate di tenerli legati poiché i capelli potrebberò attorcigliarsi intorno all’orecchino provocando infezioni.

Trascorso un mese e mezzo, potrete finalmente cambiare gli orecchini. Cercate di prediligere quelli in oro e, almeno per i primi tempi, mettetene un paio senza pendenti. Sono più pratici e non si corre il rischio che la bimba possa impigliarsi da qualche parte facendosi del male.

Ora mi piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito.

Le vostre bimbe hanno già gli orecchini? Avete deciso voi o loro?

Nella prima ipotesi, a che età avete deciso di farli? Vi siete pentite della decisione presa? E perché?

Aspetto le vostre risposte tra i commenti. 🙂

Commenti