Alimentazione dei bambini: a cosa fare attenzione?alimentazione bambini

 

L’alimentazione dei bambini è un tema molto sentito dalle mamme. A differenza della generazione precedente, infatti, noi siamo molto più attente a ciò che mettiamo nei piatti dei nostri figli.

Se un giorno vi capitasse d’incontrarmi all’interno di un supermercato, sono certa che mi riconoscereste subito.
Io sono quella che va a fare la spesa da sola perché deve avere il tempo giusto per tuffarsi con il naso tra gli scaffali, prendere un prodotto dopo l’altro leggendo attentamente i valori nutrizionali e scorrere la lista degli ingredienti riportati in etichetta. Sono così da sempre, perché mi piace prendermi cura dei miei figli proponendo loro cibi naturali e privi di conservanti.

Forse oggi sono più tollerante, ma quando i miei figli erano piccoli la mia attenzione verso la loro alimentazione era davvero elevata.

Avevo addirittura studiato per loro un regime alimentare equilibrato e diversificato e ogni settimana aggiornavo il menu per non proporgli sempre gli stessi piatti.

Durante il periodo dello svezzamento del primo figlio m’impegnavo al massimo per preparargli le pappe personalmente. Andavo dal macellaio, in pescheria o dal fruttivendolo di fiducia e poi preparavo degli omogeneizzati home made.

La seconda invece non ne ha mai voluto sapere dei miei manicaretti. Io le preparavo la pappa e lei puntualmente girava il viso dall’altra parte.
All’ennesimo rifiuto ho provato con gli omogeneizzati in vasetto e mi sono rivolta all’azienda che sentivo più vicino a me e che più mi ispirava fiducia: Plasmon.

Da sempre Plasmon è per me sinonimo di qualità e sicurezza. Un marchio che opera in questo delicato settore dal 1902 assicurando la massima trasparenza, attenendosi alle leggi che regolamentano la produzione di alimenti destinati all’infanzia e predisponendo un sistema di qualità interno, chiamato Oasi nella Crescita, che permette di controllare la filiera produttiva in ogni singola fase, imponendo ai fornitori l’adeguamento ad elevati standard qualitativi.

Plasmon: buono con i bambini, vicino alle mamme.

Oltre alla garanzia di qualità che mi offre da sempre, ciò che adoro di Plasmon è la costante attenzione con cui accoglie le esigenze manifestate dalle mamme.

Proprio di recente l’azienda ha modificato la ricetta dello storico biscotto Plasmon. Ha tolto l’olio di palma e lo ha sostituito con olio di oliva e olio di girasole.

Biscotto Plasmon senza olio di palma: #tiabbiamoascoltato mamma

Alimentazione bambini
La cosa sorprendente è che è cambiata soltanto la composizione del biscotto ma il sapore e la consistenza sono rimaste le stesse. Il nuovo biscotto Plasmon senza olio di palma si scioglie alla perfezione, sia in bocca che nel latte, ha lo stesso gusto e le stesse qualità del precedente biscotto anzi no, ne ha una in più: rispetta il volere di tutte quelle mamme che chiedevano l’esclusione dell’olio di palma dall’elenco degli ingredienti.

Guarda il video

Plasmon ha impiegato un anno per raggiungere questo fantastico obiettivo e ancora una volta ha dimostrato di essere realmente vicino a tutte le mamme, anche a quelle più esigenti come me.

alimentazione bambini
Buzzoole

Commenti