maternità senza rinunceSpesso si pensa che la maternità sia una condizione alternativa all’essere donna.

Nella concezione più comune, nel momento in cui diventi mamma, automaticamente rinunci alle tue precedenti priorità.

 

L’estetica, l’attività fisica… e spesso anche il lavoro… da che mondo è mondo,  maternità e spirito di sacrificio vanno a braccetto!

Mamma, donna e moglie:  chi ero ieri e chi sono oggi…

Dal punto di vista economico sono stata sempre una donna autonoma.

Ho sempre lavorato, ma quando ero incinta del primo figlio, per motivi di salute sono stata costretta a tirare i remi in barca.

L’ho fatto senza pensarci su due volte, anche se il mio nuovo status di casalinga mi pesava.

Dover dipendere da mio marito per ogni stupida spesa, anche la più insignificante, era la cosa che odiavo di più.

La mia uscita dal mercato del lavoro si è protratta anche dopo la nascita del mio bimbo ed è stata irreversibilmente confermata dalla nascita della seconda figlia.

Quello che non riuscivo proprio a frenare era la mia voglia di riconquistare quello che avevo difeso per una vita: la mia indipendenza.

 

Ho cominciato a girare su internet. Il mio sogno era quello di trovare uno sbocco online che mi potesse permettere di lavorare da casa.

Ho sempre amato scrivere e ho cominciato a studiare tutte le opportunità offerte dal web.

Sono approdata su alcuni Marketplace. Questa esperienza non mi ha dato grandi soddisfazioni a livello economico ma è stata sicuramente una grande palestra.

 

Un’altra cosa preziosa che ho trovato sui Marketplace è stata l’amicizia di Rossana.

Non ci siamo mai incontrate di persona ma ancora oggi siamo in costante contatto su Skype.

Condividiamo molte cose noi due, lo stesso blog Gioie di Mamma, nasce dalla nostra splendida amicizia.

 

La vera svolta è arrivata un giorno come tanti. Ero alla ricerca di nuove collaborazioni e mi sono imbattuta in un annuncio pubblicato sul sito di una web agency.

Cercavano un web copywriter disposto a collaborare in remoto e capace di redigere testi promozionali su keyword specifiche.

Senza crederci troppo ho proposto la mia candidatura.

Ho inviato una e mail senza nemmeno allegare il curriculum vitae, inserii soltanto qualche link che riportava a lavori precedentemente svolti e subito dopo me ne dimenticai.

 

Passò un mese circa e un giorno, mentre stavo dando da mangiare alla piccolina, arrivò una telefonata.

Erano i ragazzi di quella web agency. Non ci potevo credere, tra tutte quelle pervenute, avevano scelto proprio la mia strampalata candidatura! Con i miei precedenti lavori ero riuscita a comunicare più di quanto avrei potuto fare con il mio curriculum e finalmente era arrivato quel tanto atteso riconoscimento.

Sono cambiate tante cose da quel lontano maggio 2012.

Oggi sono una web copywriter freelance, collaboro con diverse agenzie e gestisco questo blog che giorno dopo giorno cresce con me. Sono una donna, sono una moglie e sono ANCHE una mamma innamorata dei suoi fantastici bambini.

Ho imparato ad organizzare il mio tempo sfruttando anche i secondi. Ho imparato a vincere la mia timidezza (perché se in questo settore non hai la faccia tosta spesso e volentieri vieni superata da chi è più scaltro di te) e ho imparato a fidarmi di più del mio istinto.

Nessuno credeva in me quando ho deciso di aprire la Partita Iva. Nessuno, tranne me stessa.

Ancora oggi combatto con tanti preconcetti, tra più i odiati quello secondo cui, se lavori da casa, in buona sostanza non fai nulla.

Non hai un ufficio, non esci di casa, ergo, non lavori.

In realtà faccio 4 lavori, spesso contemporaneamente, ma oggi non mi importa se il resto del mondo non se ne rende conto. Io sono fiera di me stessa.

Dal mio passato ho imparato a far sentire più forte la mia voce; a imporre il mio pensiero quando necessario e a far valere la mia idea, in particolar modo se si tratta del mio futuro.

 

Non appena la piccola ha iniziato a frequentare l’asilo ho ricominciato ad andare in palestra e mi sono gradualmente riappropriata dei miei spazi.

 

Oggi conduco uno stile di vita frenetico, corro sempre ma è proprio in tutta questa frenesia che ogni giorno mi riscopro viva!

 

Le soddisfazioni professionali danno un altro sapore alle mie giornate. Sono appagata, soddisfatta del mio viaggio e fiera di quel piccolo universo che sono riuscita a creare contando esclusivamente sulle mie potenzialità.

 

In questo post, un po’ sopra le righe, vi ho riassunto 3 anni della mia vita e tutto ciò perché ho sentito l’esigenza di passare un messaggio importante alle mamme di oggi e soprattutto a quelle di domani.

 

“Non rinunciate mai ai vostri sogni. La maternità deve aggiungere un nuovo volto al vostro profilo femminile, il più dolce, ma senza mai annullare i precedenti.”

 

Ti è piaciuto questo articolo? Ne sono felice, segui la pagina ufficiale di Gioie di Mamma su Facebook e non perderti le prossime news. Ti aspetto!

Commenti