Foto clvrmnky (Flickr)
Sembra non avere fine la piaga sociale del sovrappeso che affligge molti bambini  con un’età compresa tra i 6 e i 10 anni. 
I dati statistici
Un terzo dei piccoli ha problemi legati al sovrappeso e il 12% soffre addirittura di obesità. Una situazione pericolosa che pregiudica il corretto sviluppo delle ossa e che può provocare in età adulta una moltitudine di problemi di salute.
I dati sono stati diffusi da uno staff di esperti che hanno presenziato alla presentazione capitolina della Fondazione Italiana per la lotta all’obesità Infantile Onlus.
Una struttura che conta al suo attivo già varie ramificazioni in diverse Regioni d’Italia (Sicilia, Lazio e Toscana) e che si pone il fine ultimo di arginare la diffusione dello stile di vita errato che provoca l’aumento di peso sconsiderato dei più piccoli.
Una finestra aperta su futuro
La previsione futura ipotizzata dal Presidente della Fondazione Dr. Marco Gasparotti è, se possibile, ancora più allarmante: il 7% di questi bambini con problemi di sovrappeso, in età adulta soffrirà di obesità e spesso a questa problematica si accompagneranno una serie di patologie anche gravi come: diabete, cardiopatie e neoplasie intestinali.
Il Dr. Antonio del Monte medico dello sport riconduce il problema dell’obesità precoce per metà all’eccessiva sedentarietà dei bambini e proprio nello sport ravvisa la soluzione ideale per arginare il problema. Meno televisione e più vita all’aria aperta dunque, prevedendo, già a partire dai 4-5 anni, la frequentazione di attività sportive almeno tre volte a settimana. Ovviamente il bambino non deve vivere l’attività sportiva come una forzatura, ma come una sana abitudine necessaria per mantenersi in salute, Se proprio il bambino non ama lo sport infine, non potrà certo dire di no ad una bella e lunga passeggiata quotidiana cin compagnia di mamma e papà.
Parola di mamma
In conclusione, permettetemi di dispensare un umile “consiglio da mamma a mamma”:
Basta con l’associazione mentale Ciccione=Sano, è un concetto molto pericoloso che può compromettere il futuro dei vostri figli.
Un bambino vitale, sportivo, che segue un regime alimentare senza molti grassi e che è in continuo movimento: questo è sano!
 
Per chi fosse interessato alle attività future della Fondazione
Tra i progetti futuri più interessanti proposti dalla Fondazione, spiccano le prestazioni di servizi ambulatoriali gratuiti offerte in luoghi idonei in cui i piccoli con problemi di sovrappeso possono essere monitorati da un valido staff di esperti e possono svolgere attività fisica o seguire corsi di educazione alimentare.

Ti è piaciuto questo articolo? Ne sono felice, segui la pagina ufficiale di Gioie di Mamma su Facebook e non perderti le prossime news. Ti aspetto!

 

Commenti